lunedì 13 agosto 2012

Conosciamo le nostre unghie!


Le nostre unghie le abbiamo sempre a disposizione, fanno parte del nostro corpo, spesso ci aiutano a risolvere qualche problemino, come afferrare piccoli oggetti, sciogliere nodi, ma ci siamo mai poste il problema di conoscerle meglio?

Sopratutto chi vuole intraprendere una professione che ha a che fare con le unghie, non può non avere le conoscenze di base.

Bene e allora cominciamo e addentriamoci nell'argomento:

Tecnicamente parlando, l'unghia e' una piccola lamina costituita da sostanza cornea, posizionata sulle piccole falangi di mani e piedi.

L'unghia e' costituita principalmente da cheratina, una proteina indurita da acqua e altre sostanza, che le conferiscono elasticità, flessibilità e resistenza.

Nell'unghia si possono distinguere un margine distale libero (la parte superiore dell'unghia), una parte centrale o corpo, due margini laterali inseriti in una piegatura cutanea e la parte inferiore detta radice.

Nella radice si trovano delle cellule che si riproducono continuamente facendo così crescere l'unghia (la produzione più o meno veloce di cellule nella matrice) dipende da diversi fattori come l'età, lo stile di vita, la salute e l'alimentazione.

Proteine ,minerali e vitamine sono molto importanti per la crescita, la salute e la robustezza delle unghie, mentre risulta particolarmente dannoso il contatto prolungato con acqua, detersivi, così come l'utilizzo di solventi e acetone.

I problemi delle unghie.

Le unghie possono essere soggette ad alterazioni e malattie, alcune alterazioni, come ad esempio la comparsa di striature o di solchi verticali sono legate all'invecchiamento.

La fragilità delle unghie può essere direttamente correlata all'utilizzo di detersivi particolarmente alcalini, mentre le alterazioni del colore possono avere origine traumatica o da difetti della crescita , altre sono dovute a patologie che non riguardano propriamente l'unghia e che vanno affrontate dal punto di vista medico.

Una delle patologie più diffuse al giorno d'oggi  e l'onicomicosi, perché i funghi presenti nell 'ambiente possono contaminare molto facilmente lo spazio tra il dito e l'unghia.

Cosa fare per evitare di essere contagiati:

Tenere le unghie corte e squadrate, pulite e asciutte.
Usare guanti per tutti i lavori domestici perché proteggono dall'esposizione prolungata all'acqua e al detersivo.

Non tagliare o stappare la pelle attorno all'unghia, per così evitare che i germi si infilino sotto la pelle e le unghie.
Se si e'gia contratta una micosi  e' bene non usare li smalto o unghie finte o gel per mascherare il problema,perché queste operazioni intrappolerebbero l'umidità aumentando il proliferare dei batteri.

Inoltre e' bene lavare accuratamente le mani dopo avere toccato un'unghia infetta per non propagare l'infezione.




Nessun commento:

Posta un commento

Cerca nel blog